BTC 2011 chiude con un +8,8% di presenze annunciata la data dell'edizione 2012

Data : 5 Luglio 2011
fiera rimini

Soddisfatti gli espositori per la buona qualità degli hosted buyer, e soddisfatti hosted buyer e visitatori per la maggiore diversificazione degli espositori. Molto affollati i 18 seminari, apprezzate le attività in fiera e fuori fiera. BTC riconosciuta dalle istituzioni come momento centrale nella vita del settore.

Si è conclusa positivamente, e in un clima di consenso e apprezzamento generale, l’edizione 2011 di BTC, la fiera italiana del settore eventi, meeting, congressi, viaggi di incentivazione e turismo d’affari che ha chiuso il 1° luglio alla Fiera di Rimini.

La seconda edizione riminese ha beneficiato di un maggiore consolidamento sulla destinazione rispetto all’anno precedente, che ha portato a una migliore e più fluida organizzazione: il settore in generale ha inoltre mostrato di avere ormai fatto proprie sia la data estiva sia la collocazione a Rimini, che con il suo moderno complesso fieristico ha saputo fornire ottima ospitalità a BTC.

Erano presenti in fiera 313 aziende espositrici, 278 hosted buyer italiani e internazionali e 60 rappresentanti della stampa, per un totale di 3.732 presenze nei due giorni di fiera (+8,82% rispetto al 2010) e 6.417 appuntamenti fra espositori e hosted buyer effettivamente svolti.

Apprezzata da hosted buyer e visitatori la diversificazione degli espositori, che quest’anno comprendevano anche fornitori che operano nell’ambito del marketing non convenzionale, della comunicazione e della tecnologia, grazie alle partnership con Stratego/P5, che ha organizzato e gestito l’area speciale The MarkEvent, e Teknocongress, che ha curato l’area Tech&Fun.

Bene anche gli hosted buyer, ritenuti dagli espositori di qualità elevata grazie al lavoro di ricerca e selezione compiuto dall’ufficio buyer di BTC e al supporto dei consulenti internazionali, di Federcongressi&eventi e di Starwood.

«È stata una fiera molto ricca di opportunità e che ha saputo offrire qualcosa a tutti i player della filiera» commenta Gabriella Ghigi, exhibition manager di BTC. «Era proprio questo il senso che abbiamo voluto dare a questa edizione: business, innanzi tutto, ma anche eventi di formazione e aggiornamento, serate di networking e aggregazione, momenti in cui il settore si confronta con le istituzioni, occasioni di ritrovo per le associazioni di settore. BTC è oggi molto più che una semplice manifestazione espositiva, perché è divenuta luogo di dibattito e confronto per l’intera community degli eventi. Lo prova il fatto che quest’anno siano aumentati i visitatori: coloro, cioè, che vengono in fiera anche se non ospitati perché spinti da interesse professionale».

Proprio a BTC si sono tenute le prime presentazioni pubbliche del Convention Bureau nazionale e del progetto interregionale MICE in Italia, due temi di estrema rilevanza e attualità per il settore. Paolo Zona, presidente di Federcongressi&eventi, ha definito BTC “una tappa fondamentale” ed Eugenio Magnani, Coordinatore della struttura di missione per il rilancio dell’immagine dell’Italia presso la Presidenza Consiglio dei Ministri, ha affermato che BTC “è tornata a essere un laboratorio” avallandone entrambi, di fatto, il ruolo centrale nella vita del settore.

Molto affollati e partecipati sono stati i 18 seminari che si sono tenuti nelle due giornate di fiera e che spaziavano, in quanto ad argomenti, su tutti gli ambiti di interesse di operatori e professionisti degli eventi. L’evento più frequentato  è stata la presentazione della ricerca Il mercato degli eventi 2011 – Investimenti e comportamenti di acquisto delle aziende italiane ed europee: una ricerca che BTC ha voluto commissionare all’Istituto Piepoli per fornire al settore uno strumento di conoscenza del mercato. Presentato anche il nuovo progetto dell’Osservatorio Congressuale Italiano, che BTC gestisce su incarico di Federcongressi&eventi e che offrirà, dal prossimo anno, un’articolata analisi, anche economica, del mercato degli eventi in Italia.

Ben riuscite e molto apprezzate anche le attività “fuori fiera”: la prima ha portato hosted buyer e stampa a visitare il nuovo Palacongressi di Rimini, già divenuta una delle strutture di punta dell’offerta congressuale italiana, per culminare con la cena al porto di Rimini. La seconda, il Moonlight Party di BTC, ha dato modo a tutti i partecipanti di vivere il Borgo San Giuliano, l’antico quartiere dei pescatori di Rimini dove, fra spettacoli dal vivo e proiezioni dei film di Fellini, hanno potuto godere della gastronomia locale in un’atmosfera rilassata, conviviale e ideale per il networking.

«BTC ha confermato quest’anno di essere manifestazione di riferimento per la meeting ed event industry italiana» ha detto Paolo Audino, amministratore delegato di Exmedia, la società che organizza BTC. «Ha portato contenuti importanti e, soprattutto, ha dimostrato di essere stata capace di allinearsi agli obiettivi di business degli operatori fornendo loro le opportunità giuste per ottenere i risultati desiderati. Continueremo a lavorare sui contenuti, sulla qualità degli hosted buyer, sulla diversificazione degli espositori e sugli strumenti di conoscenza del mercato perché BTC divenga sempre più luogo di incontro delle eccellenze del comparto e terreno fertile per coltivare idee, talenti, progetti e contatti».

Appuntamento dunque a BTC 2012, il 21 e 22 giugno alla Fiera di Rimini.

fonte: http://btc.it

 


 

Il Sole 24 Ore Roma Mercoledì 23 Febbraio 2011-N.7

Inserto Speciale Eventi UFFICI VIRTUALI

Offerta mirata di alta qualità

Si rivolge ad imprenditori, liberi  professionisti e società

Nell’era dell’economia veloce, in cui dinamismo, capacità di reazioni immediate, flessibilità sono le parole d’ordine, ma anche alta rappresentatività e comunicazione, nonché capacità di risparmio, ecco che il fenomeno dei business center trova terreno sempre più fertile. Al momento ancora un’area di nicchia, è una realtà in crescita sostanziale, con network che recitano il ruolo di protagonisti, accomunando alcuni dei centri uffici più prestigiosi del Belpaese.

Si tratta di un’offerta mirata, con uffici e servizi di altissima qualità pronti a diventare  la sede temporanea o più a lungo termine di aziende, anche anni, per studi di avvocati e consulenti, professionisti e artigiani, imprese. Ufficio residenze, ufficio arredato a tempo, ufficio a noleggio: cambiano le parole ma il concetto rimane sempre lo stesso per chi intende optare per una struttura e uno spazio lavoro efficiente, produttivo, dall’utilizzo immediato e, soprattutto, senza dover impegnare risorse sostanziose.

Presso un centro uffici, altra denominazione per identificare un business center, si può svolgere la propria attività senza preoccuparsi di arredamento, manutenzione, utenze, portierato, vigilanza, segreteria, poiché tutto incluso nel canone di noleggio. Attenzione alle tecnologie impiegate , all’ambiente, al confort e al benefit in generale: questi i presupposti chiave a garanzia della qualità della struttura business, che in poche ore è la sede “fisica” in cui risiedono gli uffici arredati e assistiti, i servizi dedicati, le sale riunioni e di videoconferenza, le segreterie e tutta una serie di altre utility accessorie.

Società, imprenditori, liberi professionisti, sono gli utenti principali. E la necessità di incontrare clienti, fornitori, effettuare selezioni, testare il mercato in caso di imprese che iniziano la propria attività, erogare servizi di consulenza in città diverse dalla propria ha amplificato in modo esponenziale la crescita del fenomeno degli uffici a noleggio. Pronti all’uso tutta una varietà di servizi, che benché di base siano molto simili, possono cambiare e arricchirsi a seconda del business center. Il noleggio di uno spazio per lavoro altro non è dunque che un ufficio arredato con le attrezzature necessarie a chi deve utilizzarlo, con personale messo a disposizione per accogliere, in nome e per conto dell’utente, le persone con cui viene a contatto.

Per soddisfare le aspettative della clientela, in genere sono disponibili uffici di dimensioni diverse, per singoli o per più persone, con spazi per lavorare in tutta indipendenza o in condivisione, sempre a garanzia di immagine professionalità al proprio business. Requisito fondamentale l’aspetto temporaneo: gli spazi spazi si possono affittare per poche ore, a giornata, per alcuni mesi o addirittura per anni. Linee telefoniche, linee fax, connessioni internet ad alta velocità, segreteria con personale spesso multilingue sono tra i servizi principali di assistenza.

Ma non solo ufficio a tempo. Il business center, nell’ottica del servizio alle imprese, è sede di sale per riunioni, meeting, videoconferenze, showroom, grazie a dotazioni tecnologiche di ultima generazione che premiano le strumentazioni più sofisticate, il team qualificato la posizione strategica e che danno servizi accessori ad hoc. E’ parallelamente e in un certo senso indissolubile che nei centri uffici, ad affiancare la tipologia di uffici a noleggio, vi sono i servizi di segreteria virtuale e di virtual office, che però possono viaggiare pure separatamente dall’affitto di uno spazio temporaneo di lavoro. Allo stesso modo uno dei servizi più tradizionali erogati dai business center è quello di domiciliazione, legale e postale, che permette a professionisti, imprese, studi associati di disporre di un recapito per lo più di prestigio, nelle più importanti città italiane, al quale fare recapitare la propria corrispondenza, come missive e plichi.

 


Tuscolo di Frascati 31 Gennaio 2011 numero 164.

Frascati : La tuscolana Maria Cristina Trinca è la Vice presidente
Al business center “La Piramide” i vertici dell’Aniur

Frascati - << Porti solo la penna, il resto lo mettiamo noi >>. E’ la nuova frontiera del business oltre che lo slogan del centro direzionale << La Piramide >> di Frascati,  la struttura di moderno design dedicata alle esigenze aziendali dove tra i servizi a disposizione è possibile usufruire, a tempo, di uffici riservati e di rappresentanza arredati, con una o più postazioni di lavoro, linee telefoniche dedicate, reception e segreteria con operatori multilingue, sale riunioni,  domiciliazione, magazzinaggio, convegni e conferenze, anche in video, sistemi elettronici, colazioni di lavoro, day office, per chi svolge la sua attività a casa o fuori sede e vuole presentarsi con un’immagine professionale, servizio di ufficio virtuale. Il tutto a costi accessibili. Entrato a far parte dell’ Associazione Nazionale Italiana Uffici Residence (Aniur), il business center << La Piramide >> il 28 gennaio scorso ne ha ospitato i vertici e alcuni tra i soci che, insieme al presidente Claudio Cammarota e alla vice Maria Cristina Trinca, hanno esaminato il programma 2011 dell’associazione, con le nuove strategie di comunicazione e assistenza agli associati e la nuova immagine del sito web, sviluppato da una società di Trento. <<I nostri centri – spiega il presidente dell’Aniur – ospitano aziende da tutto il mondo che ottengono assistenza e spazi nel giro di 12/24 ore. I nostri costi sono accessibili e, se paragonati a quanto necessario in termini economici e di tempo per un ufficio proprio, decisamente inferiori >>. <<Tra i vantaggi – aggiunge la Vice presidente – la possibilità per le aziende di operare su uno o più fronti, con un servizio qualificato e prestigioso e testare la propria attività prima di investire nell’allestimento di una sede propria >>. La Piramide è in via di Grotte Portella 6 a Frascati. Per contatti 06.94293301.

 

 Stampa  Email